la coltivazione - dardago fiordi zafferano

Vai ai contenuti

Menu principale:

la coltivazione

LO ZAFFERANO
La semina
I bulbi piantati nel mese
di agosto seguono un ciclo
di coltivazione pluriennale
secondo i dettami
dell'agricoltura biologica.





La raccolta
Dalla metà di ottobre fino
a metà novembre si esegue
giornalmente nelle prime
ore del mattino e con
qualsiasi condizione atmosferica.
Ogni fiore con i suoi
tre preziosi stimmi
di colore rosso viene
raccolto manualmente.
La mondatura
Gli stimmi sono separati dai
fiori. Da questa operazione
- anch'essa totalmente
manuale - dipende
la qualità del raccolto.
La parte bianca degli stimmi
è separata da quella
di color rosso.


L'essicazione
Il processo è seguito nella
stessa giornata di raccolta.
L'operazione è
particolarmente delicata,
da essa dipenderanno poi
le proprietà sensoriali
dello zafferano.
Il confezionamento
Terminata l'essicazione,
gli stimmi sono pesati, riposti
delicatamente in piccoli vasi
di vetro e sigillati con capsula
ermetica per garantirne
la fragranza.
Il vaso viene poi inserito
in una confezione personalizzata
per mantenere il prodotto
al riparo dalla luce.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu